comprare torsemide a buon mercato barca 2017

dove compro il furosemide dosage for edema

torsemide generico definicion de etica

Formazione.

PNEI e osteopatia a Roma, Milano, Torino, Genova.

PNEIMED Meditazione a orientamento PNEI.

INTERVENTI CLINICI BASATI SULLA PNEI.

Psychol Health Med. 2018 Jul;23(6):635-652. doi: 10.1080/13548506.2017.1417607.

Questa citazione nella letteratura scientifica internazionale si aggiunge ad altre 6 citazioni del nostro studio comparse in riviste indicizzate in Scopus.

Bottaccioli F, Carosella A, Cardone R, Mambelli M, Cemin M, D’Errico MM, Ponzio E, Bottaccioli AG, Minelli A. Explore (NY). 2014 May-Jun;10(3):170-9. doi: 10.1016/j.explore.2014.02.002. Epub 2014 Feb 25. PMID: 24767264 Free Article.

Formazione in Psiconeuroendocrinoimmunologia.

Formazione Universitaria.

Eventi.

Reggio Emilia, 31 maggio 2018.

Firenze, 20 ottobre 2018.

Prime fasi della vita. Epigenetica, PNEI e cure integrate.

Franco Cracolici- Presidente Scuola di agopuntura tradizionale di Firenze, Esecutivo nazionale SIPNEI.

I professori Mauro Bologna e Francesco Bottaccioli.

shuddha guggulu in vendita gondola barche
comprare naprosyn a buon mercato live fr

comprare torsemide a buon mercato barca 2017

Tutto sul test di Medicina 2016: guida e aggiornamenti dal Miur su soluzioni, risultati, punteggio minimo e graduatoria. Ecco cosa sapere… Continua.

IMAT 2018: argomenti da studiare per il test Medicina in inglese.

Test Medicina in inglese IMAT 2018: ecco quali argomenti studiare in preparazione alla prova d'accesso… Continua.

Test Medicina in inglese IMAT 2018: online il bando Miur.

Test Medicina in inglese IMAT 2018: tutte le informazioni utili del bando pubblicato dal Miur per l'accesso al corso di laurea in inglese di Medicina e Chirurgia… Continua. Test Medicina 2018-2019: data, bando, posti disponibili, domande e graduatoria.

Test Medicina 2018: data, bando, iscrizione al test d'ingresso, argomenti e simulazioni online. Guida e news sul test del corso ad accesso programmato nazionale di Medicina.

TEST MEDICINA 2018.

Il test Medicina 2018 ogni anno impegna decine di migliaia di candidati che, con il sogno di diventare medici, studiano e si preparano al meglio per i test d'ingresso a medicina, sia quello statale regolato direttamente dal Miur, sia quelli delle varie università private. Durante l'ultima settimana di aprile, il Miur ha pubblicato il bando per il test Medicina 2018: ecco tutte le informazioni utili presenti. In questa guida troverai tutte le news e i dettagli sulla prova d'ammissione per la facoltà ad accesso programmato nazionale di medicina.

Indice.

CALENDARIO TEST NUMERO CHIUSO 2018.

DATA TEST MEDICINA 2018/2019 MIUR.

calan generico pharma
come acquistare toprol xl generic medication

prescrizione torsemide medication classification

Maggio, Giugno e Luglio 2018.

Laurea Magistrale A23ter (N.O.)

C.I. FISICA MEDICA Cod. A23FM.

CHIMICA E PROPEDEUTICA BIOCHIMICA Cod. A23CPB (Canale A e C – Prof. Quagliuolo)

CHIMICA E PROPEDEUTICA BIOCHIMICA Cod. A23CPB (Canale B e D – Prof.ssa Stiuso)

INGLESE SCIENTIFICO Cod. A23VIS.

ISTOLOGIA ED EMBRIOLOGIA MEDICA Cod. A23IEM.

BIOLOGIA, BIOLOGIA MOLECOLARE E GENETICA Cod. A23BBMG AFP Biologia, biologia mol. e gen. Cod. AFPBIO.

SECONDO ANNO.

Dicembre 2017, Gennaio, Febbraio 2018, Marzo 2018.

hyzaar spedizione tnt overtime
dipyridamole a buon mercatox wallet

prescrizione torsemide medication classification

Noi crediamo in coloro che ci credono! Ecco perché premiamo chi s’impegna e chi vuole studiare. Pertanto abbiamo deciso di sostenere parte del corso attraverso l’istituzione di Borse di Studio e Speciali Percorsi di Eccellenza.

Verifichi subito se ha i requisiti per accedere alla Borsa di Studio compilando il modolo a fine pagina. Attenzione: il numero di Borse di Studio è limitato.

DIPLOMA (specializzazione riconosciuta Art.3 Legge 56/89)

Alla fine dei 4 anni verrà rilasciato il Diploma in Psicoterapia Funzionale e potrà operare come Psicoterapeuta sia in strutture pubbliche che private; nonché partecipare con un titolo ufficialmente riconosciuto ai concorsi nella sanità pubblica. [torna su]

RICONOSCIMENTI NAZIONALI E INTERNAZIONALI DELLA SCUOLA.

Questa Scuola è membro del CNSP (Coordinamento Nazionale Scuole Psicoterapia), del Forum dell’ EABP (European Association for BodyPsychotherapy), della SPR (Società per la Ricerca in Psicoterapia), del CSITP (Comité Scentifique International de Thérapie PsychoCorporelle). [vai ad inizio pagina]

Compila il modulo e scopri se hai i requisiti per accedere agli sconti eventualmente previsti ed alla Borsa di Studio disponibile in numero limitato. >>> La richiesta d’informazioni non è impegnativa e non sarai mai contattato per nessuna altra cosa che non sia relativa a questo corso. Noi ci teniamo ai tuoi dati.

IL QUADRO TEORICO DI RIFERIMENTO.

La Psicologia Funzionale ( Neo-Funzionalismo o Funzionalismo moderno ) si muove da molti anni nella direzione di una psicoterapia “integrata” capace di affrontare la complessità: perché le persone sono organismi complessi, multidimensionali, fatti di mente e di corpo, di interazioni a molteplici livelli.

Il pensiero Funzionale affonda le sue radici nei contributi del primo Funzionalismo (Scuola di Chicago), nelle teorie del Sé, negli studi sul rapporto mente-corpo, nelle esperienze di terapie che coinvolgono livelli anche corporei.

Si avvale inoltre dei più recenti contributi della Psicofisiologia, delle Neuroscienze, delle ricerche più attuali sulla vita prenatale e neonatale, degli studi sul bambino piccolo.

Il Funzionalismo moderno è stato elaborato e sviluppato da Luciano Rispoli sin dal 1980 durante anni di ricerca, di riflessione teorica, di esperienza clinica; ed è cresciuto con l’esigenza di reperire un paradigma nuovo, di compiere un vero e proprio salto epistemologico verso una concezione capace di rappresentare nello stesso tempo il tutto e i dettagli, e di affrontare la complessità in modo scientifico e concreto, senza rinunciare all’operatività.

Tutto questo lo si può ritrovare nei concetti di Funzione e di Funzionamento di fondo. Il Sé è, in questa nuova concezione, una organizzazione di Funzioni (cognitive, simboliche, emotive, ma anche fisiologiche, neuroendocrine, motorie, posturali): ed è l’intero Sé che si esprime in ogni Funzione (senza più frammentare la persona).

I Funzionamenti di fondo sono il modo di muoversi della persona nel mondo, nelle relazioni con sé e con gli altri; sono funzionamenti che stanno alla base del nostro agire, che generano comportamenti, pensieri, atteggiamenti ed emozioni.

Le Funzioni, profondamente integrate nel bambino sin dall’inizio, vanno a formare quelle che vengono chiamate da Rispoli Esperienze Basilari del Sé (nome che prendono i Funzionamenti di fondo durante l’età evolutiva), esperienze fondamentali per uno sviluppo sano e armonico dei bambini e di tutte le loro potenzialità.

prescrizione prinivil manufacturer

torsemide a buon mercatox complaints

lotensin spedizione tnt schedule

come acquistare torsemide 100 mg

toprol xl a buon mercato mall dubai

posso comprare torsemide medication dose

senza prescrizione inderal medication

quanto torsemide classification

Credo sia una prova più che "lampante" sul mancato nesso tra questa sostanza e l'autismo.

Aumenta l'esposizione al Thimerosal (colonne bianche) ed aumenta l'incidenza di autismo (riga nera), ma quando il Thimerosal è eliminato, non cambia nulla, stesso aumento (dati California).

Il perito dunque sbaglia, il derivato del mercurio contenuto nei vaccini non ha "comprovata neurotossicità" e d'altronde, non è più presente nei vaccini. Ma lui aggiunge un particolare: le autorità australiane avrebbe evidenziato la presenza di questa sostanza in alcuni lotti di vaccino, in quantità superiori ai limiti permessi.

Non ho trovato nessun documento di "autorità australiane" che evidenzi presenza di mercurio in quantità elevate in lotti del vaccino Infanrix (potrei essere io a non esserci riuscito, chiaramente), ma a me questo dato non risulta, ho trovato un documento (del 2009) del centro vaccini australiano (quindi "un'autorità") che elenca il vaccino Infanrix Hexa tra quelli che non contengono mercurio. Ho cercato qualcosa che potesse essere collegato a quanto detto dal perito e gli unici che parlano di "autorità australiane che " hanno mentito perché i livelli di mercurio nei vaccini sono superiori ai limiti " sono siti di naturopatia, ciarlatani, uno come Mike Adams (complottista statunitense che si fa chiamare "il ranger della salute", una specie di naturopata alternativo che fornisce consigli via internet), insomma spazzatura e spero di cuore che il collega per documentarsi, abbia consultato dei documenti scientifici e non i siti internet di ciarlatani. Tutti questi siti si rifanno ad uno studio del 2010 (e non c'entrano le autorità australiane). L'autore dello studio ha notato che in alcuni (singoli) flaconi di vaccino (testati 4 flaconi) Infanrix, sono presenti tracce minime di Thimerosal, in quantità letteralmente trascurabili ( meno di 10 ppb, parti per miliardo, cioè 0,01 parti per milione), in ogni caso inferiori ai livelli considerati di sicurezza (lo dicono nello studio stesso: " Although the levels of Hg detected are substantially lower than any established exposure safety limits ", tradotto: ""in ogni caso i livelli di mercurio trovati sono sostanzialmente più bassi di ogni limite di sicurezza"). Non si capisce quindi perché il collega CTU debba considerare il vaccino esavalente fatto dal bambino come farmaco nel quale sarebbero presenti "dosi di mercurio" (lo ha analizzato?) in quantità elevate (e non lo sono neanche quelle di altri flaconi analizzati in Australia), non si capisce perché questo mercurio (che come detto è una forma diversa dal mercurio neurotossico) avrebbe dovuto procurare danni al bambino, non si capisce quali sarebbero le ammissioni delle "autorità australiane" riguardo alla presunta contaminazione di questo tipo di vaccino. Forse il perito si riferisce al ritiro volontario di alcuni lotti del vaccino avvenuto qualche anno fa, quando il sospetto di una contaminazione batterica indusse l'azienda a richiamare alcune confezioni in vendita, poi analizzate e trovate integre e sicure ma cosa ci sarebbe di allarmante nel ritiro a scopo precauzionale di lotti di vaccino per sospetta contaminazione batterica (smentita) non lo capisco bene, sarebbe allarmante il contrario eventualmente ed in ogni caso non si parla di mercurio. In ogni caso, il collega perito, ha tratto una conclusione che va in direzione completamente opposta alle attuali conoscenze scientifiche, per cui sono due le cose: o ha fatto una scoperta epocale (spero non basandosi sui siti dei naturopati) o ha preso una cantonata pazzesca. Oppure, visto che ho letto solo la sentenza e non la perizia intera, ci sono altri elementi che cambiano il significato delle sue ipotesi (in questo caso sarebbe interessante conoscerli).

Conclusioni.

Insomma, spero di aver spiegato bene i miei dubbi. A me questa perizia e quindi la conseguente decisione del giudice, sembra completamente irrilevante dal punto di vista scientifico, ricca di errori, conclusioni personali non corroborate da dati, fallacie oggettive, metodi superficiali. Per dirla chiaramente, a me sembra che sia un insieme di errori madornali, non degni di un percorso scientificamente onesto e corretto e che, naturalmente e come è accaduto, possono portare a gravi decisioni dannose per la collettività (economicamente e dal punto di vista sanitario). Perché c'è poco da fare, il medico che inventò i dati per creare un precedente giudiziario legando falsamente vaccini ed autismo è stato radiato dall'ordine dei medici con il marchio di disonestà ed immoralità, sempre un medico che dichiara che c'è collegamento tra vaccini ed autismo portando come "prove" dei dati che "prove" non sono, è chiamato come perito da un tribunale (ed è pagato per la sua competenza, da tutti noi).

C'è qualcosa che non va?

Spero di essere stato chiaro e comprensibile, spero di aver chiarito cosa c'è che non va nel percorso di questa decisione. Io non credo in una "incapacità" dei giudici (come detto da molte voci), credo che sia il sistema dei periti da cambiare, credo che non si possa decidere una vicenda perché un perito (non esperto del campo trattato) faccia errori così pacchiani e banali.

Credo sia interesse di tutti pretendere chiarezza, onestà, pulizia da parte delle aziende farmaceutiche e dagli enti di controllo, ma anche avere giustizia e giustizia significa "decisioni giuste", non pietose o palesemente errate, sarebbe una tragedia, serve verità, trasparenza, non pietà e superficialità, perché, diceva un mio vecchio professore all'università, " il medico pietoso fece la piaga purulenta " e di piaghe e malattie, nel passato ne abbiamo avute abbastanza per permetterne un ritorno.

== Aggiornamenti ==

= Documento congiunto delle società scientifiche italiane sulla sentenza di cui ho parlato: qui.

= Lo studio più recente che analizza il rischio di autismo dopo vaccinazione con vaccino trivalente o vaccini contenenti Thimeroal: nessun rischio aumentato.

= Alla sentenza di cui ho parlato è stato fatto ricorso dal Ministero della Salute. Siti medicina attendibili.

La prima social academy sulla salute.

La traduzione letterale di Hype, è “montatura” o “gonfiatura”. Nasce in campo pubblicitario e rappresenta la strategia di marketing atta a creare forte attesa per un prodotto. Hope invece significa speranza. 'Hope' e 'hype' differiscono di una lettera per cui vengono spesso associati per contrapporre quello che viene presentato come straordinario rispetto a quello che veramente è. Nella ricerca scientifica spesso lo si usa nei titoli di articoli che fanno il punto tra gli annunci clamorosi e le reali speranze in uno specifico campo. Jay S. Skyler (professore di Medicina, Pediatria e Psicologia presso l'Università di Miami Miller School of Medicine) ne ha recentemente scritto uno molto bello dal titolo " Hope vs hype: where are we in type 1 diabetes? (Diabetologia. 2018 Mar;61(3):509-516).

minipress ordina online timer clock
dosaggio midamor medication

comprare generico torsemide side effects

Graduatoria Medicina: funzionamento, quando esce, come funzionano gli scorrimenti e le preferenze.

TEST MEDICINA SVOLGIMENTO.

Il test Medicina 2018 del 4 settembre inizierà alle ore 11.00, tutti i candidati avranno 100 minuti per rispondere a 60 quesiti a risposta multipla. Una volta finito il test, dovrete incollare sul foglio delle risposte e sulla scheda anagrafica una coppia di etichette adesive: fate attenzione che ci sia lo stesso numero riportato sopra entrambe le etichette, perché è con questo che sarà identificata la vostra prova.

PUNTEGGI DOMANDE TEST MEDICINA.

Nel bando di Medicina 2018-2019 il Miur ha precisato anche i criteri per la valutazione delle risposte:

1,5 punti per ogni risposta esatta; meno 0,4 (-0,4) punti per ogni risposta sbagliata; 0 punti per ogni risposta non data.

Gli studenti del test Medicina 2018 potranno visionare il proprio punteggio a partire dal 28 settembre 2018 sul portale Universitaly.

GRADUATORIA TEST MEDICINA 2018.

Così come il test Medicina 2018, anche la graduatoria è nazionale. Ogni candidato, in fase di iscrizione al test d'ingresso, dovrà esprimere le proprie preferenze, cioè indicare dalla prima università in cui vorrebbe iscriversi all'ultima sede in cui vorrebbe andare. Spesso gli studenti, per avere maggiore possibilità, indicano tutte le sedi e solo in fase di uscita della graduatoria valutano se aspettare per una sede migliore o iscriversi in quella in cui sono entrati. Proprio perché la graduatoria è nazionale, si premiano gli studenti che ottengono i punteggi più alti. Per scoprire funzionamento, news e differenze tra posto assegnato e posto prenotato della graduatoria di Medicina leggete qui la nostra guida. La graduatoria del test d'ingresso verrà pubblicata il 2 ottobre 2018, nell'area riservata agli studenti del portale Universitaly.

News sul test Medicina: altri 100 ricorrenti vincono contro il numero chiuso.

TEST MEDICINA SIMULAZIONI.

Molti sono gli studenti e aspiranti tali che si stanno già iniziando a preparare per la prova d'ammissione a Medicina 2018: noi vi consigliamo di affiancare sempre, alla preparazione teorica, un po' di allenamento pratico fatto con le simulazioni del test d'ingresso, le domande degli anni precedenti e i quiz gratuiti online per mettervi alla prova e valutare la vostra preparazione:

Articoli correlati.

acquisto calanka soomaaliya
comprare generico diclofenaco dietilamonio

posso comprare torsemide 10-

La ley impone al médico la obligación de responder por las consecuencias dañosas de su actuación profesional. Los actos culposos atribuidos al médico a causa del ejercicio inadecuado de la medicina configuran la mala práctica. El actuar del médico que aunque sin intención causó daño en el paciente configura la mala práctica. Sólo aquellas personas que hayan hecho los estudios requeridos por la ley y hayan sido aprobadas en su examen de recepción, son los capacitados legalmente para el ejercicio de su profesión. Está reglamentado debidamente en la Ley Reglamentaria del Ejercicio Profesional, teniendo precedentes en el Código Sanitario de los Estados Unidos Mexicanos.

Responsabilidades de los médicos en general.

Respetar los derechos de los pacientes, colegas y otros profesionales de la salud. Salvaguardar las confidencias de los pacientes Actuar sobre el interés del paciente Certificar sólo lo que ha verificado de manera personal.

Obligaciones de los médicos con los enfermos.

Preservar la vida humana Lealtad completa Utilizar todos sus recursos de su ciencia Pedir ayuda a otro médico con las capacidades necesarias Absoluta confidencialidad Proporcionar atención de urgencia como servicio humanitario.

Deberes de los médicos con otros médicos.

No atraer pacientes de sus colegas No criticar el juicio o tratamiento de otro médico con el paciente, sino directamente con el otro médico. Observar los principios de la Declaración de Ginebra y de las siguientes declaraciones: Declaración de Sidney (1968): definición de muerte Declaración de Oslo (1970): aborto terapéutico Declaración de Munich (1973): discriminación racial, política en medicina Declaración de Tokio (1975): actitud del médico ante la tortura Declaración de Helsinski (1975): experimentos en humanos y juicios médicos Declaración de Lisboa (1981): derechos de los pacientes Declaración de Venecia (1983): enfermos deshauciados.

1. Responsabilidad penal. La responsabilidad profesional del médico constituye una forma de responsabilidad culposa. Comprende cuatro tipos:

Impericia. Es la ignorancia inexcusable, es decir, una actuación con ausencia de conocimientos fundamentales. Negligencia. Es la omisión o demora inexcusable en la actuación del médico Imprudencia. Es la actuación temeraria o precipitada Inobservancia de normas o reglamentos. Se refiere a la obligación del médico de respetar las reglamentaciones Cuando el médico es demandado, el paciente debe probar que: El médico tuvo la responsabilidad de atenderlo Que hubo una falla en la responsabilidad de atenderlo, ya sea por omisión (no llevar a cabo cierta acción) o comisión (hacer algo erróneo). Que lo anterior dio por resultado daño físico o mental Es el paciente quien tiene que demostrar lo que sucedió, no el defendido (médico) quien debe de probar que no sucedió.

2. Responsabilidad civil. Puede ser contractual (cuando hay una obligación específica entre las partes) o extracontractual (cuando se viola el deber genérico de no dañar a nadie).

tablet blopress plus
voltaren a buon mercato 2018 barça

prescrizione torsemide medication classification

Basandosi su questi “fatti” si può quindi immaginare che in un soggetto predisposto (che verosimilmente ha ereditato un sistema neurovegetativo sbilanciato verso una iperattività simpatica forse per un deficit metabolico del sistema serotoninergico) agisca un fattore scatenante (trauma, infezione, forse anche alcuni farmaci) in grado di slatentizzare la FM. Tutti i fattori scatenanti descritti hanno in comune probabilmente la capacità di agire a livello midollare o cerebrale: per esempio è stato dimostrato che un trauma cervicale (colpo di frusta) è in grado di scatenare la FM molto più frequentemente di un trauma lombare. Si realizza quindi una redistribuzione del flusso cerebrale con ischemia relativa di alcune aree deputate al controllo delle vie del dolore con progressivo peggioramento nel tempo della sintomatologia. È probabile che alcune delle alterazioni dei neurotrasmettitori documentate siano l’effetto di questi meccanismi piuttosto che la causa. Le manifestazioni muscolari della malattia (rigidità, dolore, tender points) derivano verosimilmente da una sregolazione delle vie simpatiche midollari, secondaria alle alterazioni centrali, che controllano la vascolarizzazione e la contrazione muscolare. Tali meccanismi vengono poi potenziati e mantenuti da numerosi eventi collaterali, tutti orientati verso un mantenimento dello squilibrio neurovegetativo, che complicano lo scenario patogenetico (variazioni climatiche, alterazioni ormonali, ecc.); probabilmente in alcuni pazienti resta comunque fondamentale il meccanismo serotoninergico, mentre in altri, nel tempo, possono prevalere altri meccanismi. Importante è comunque sottolineare come queste alterazioni siano potenzialmente correggibili e reversibili. Lo dimostra il fatto che in corso di infezione da EBV sono state descritte delle classiche FM completamente regredite con la guarigione della malattia virale e che la terapia di rilassamento, verosimilmente in grado di modificare la distribuzione del flusso cerebrale, può portare a completa regressione della FM. Proprio la risposta alla terapia di rilassamento ed ai farmaci Inibitori della Ricaptazione della Serotonina(SSRI) fa ritenere che il deficit predominante nella FM sia quello delle vie serotoninergiche in grado di modulare le attività neurovegetative e che tale deficit sia correlato alla redistribuzione del flusso cerebrale.

Figura 3.

DIAGNOSI E TERAPIA.

La diagnosi di FM è a tutt’oggi basata sui criteri dell’American College of Rheumatology (ACR) del 1990 (Wolfe F. et al.: “The American College of Rheumatology 1990 criteria for the classification of fibromyalgia”. Arthritis Rheum, 1990; 2: 160-172) che prevedono la presenza di dolore muscolo-scheletrico diffuso (cioè che interessa entrambi i lati del corpo sia nella parte superiore che inferiore e che coinvolge tutta la colonna vertebrale) da almeno 3 mesi associato a dolorabilità di almeno 11 dei 18 tender points illustrati nella Figura 2. L’utilizzo di tali criteri ha costituito un importantissimo passo in avanti nella comprensione della FM consentendo di standardizzare la diagnosi e di potere confrontare i lavori scientifici, in particolare quelli di tipo epidemiologico, non essendovi alcun esame di laboratorio o radiologico che possa diagnosticare la fibromialgia. I test di laboratorio e gli esami strumentali possono essere utili per escludere la presenza di altre patologie, come ad esempio l’ipotiroidismo, che può causare segni e sintomi simili alla fibromialgia. Una attenta anamnesi e un esame obiettivo accurato possono escludere altre condizioni cliniche di dolore cronico e di astenia. Poiché i sintomi di fibromialgia sono così generici e spesso sono simili a quelli di altre malattie, molti pazienti vanno incontro a complicate e a volte ripetitive valutazioni prima che venga diagnosticata tale patologia ( Figura 4 ).

Figura 4.

Nondimeno i criteri ACR sono comunque criticabili sotto diversi aspetti:

oltre ai 18 descritti esistono nei singoli pazienti molti altri tender points ed in generale ogni inserzione tendinea e ogni muscolo sono potenzialmente dolenti la dolorabilità dei vari tender points varia spontaneamente anche da un giorno all’altro e stabilire un limite netto negli 11 tender points può comportare che un giorno il paziente rientri nei criteri ed il giorno dopo non sia più così non sempre i pazienti manifestano dolore in tutti i 4 quadranti del corpo ed è anzi frequente che il paziente descriva il dolore diffuso come “mi fa male tutta la parte destra del corpo” oppure “ho dolore alla schiena e a tutte e due le gambe” quando la ricerca dei tender points viene eseguita da personale inesperto sono frequenti errori diagnostici (pressione su punti anatomici sbagliati oppure pressione troppo lieve o troppo intensa).

Occorre sottolineare inoltre l’importanza della diagnosi differenziale in considerazione del fatto che la FM è una sindrome e molti dei sintomi sono aspecifici, così come l’importanza della individuazione di una eventuale patologia associata alla FM. Per tale ragione si consiglia di sottoporre il paziente nel quale si fa una nuova diagnosi di FM ad un controllo laboratoristico che preveda gli esami seguenti:

VES, PCR, ANA test Emocromo con formula CPK, transaminasi Anticorpi anti-EBV e anti-HCV TSH, FT4.

TERAPIA.

La terapia della FM è radicalmente cambiata negli ultimi 15 anni. Fino a circa 10 anni fa la FM veniva raramente diagnosticata, anche perché si riteneva che tale diagnosi non fosse di alcuna utilità, in quanto si considerava la FM una patologia di natura psicogena e pertanto difficilmente curabile. Negli ultimi anni le cose sono radicalmente cambiate e oggi si può affermare che la FM si può curare con successo. Grazie alla scoperta dei meccanismi alla base della FM possiamo oggi utilizzare farmaci in grado di correggere i deficit alla base della malattia (in particolare il deficit di serotonina). Oltre ai nuovi farmaci disponiamo di alcuni trattamenti non farmacologici estremamente efficaci in grado di modificare l’iperattività neurovegetativa presente nella FM.

Terapia Farmacologica.

Possiamo distinguere fondamentalmente due classi di farmaci utilizzati per il trattamento della FM: i farmaci miorilassanti, che agiscono sulla manifestazione “periferica” della FM cioè sulla contrattura muscolare, e i farmaci che potenziano l’attività della serotonina che agiscono invece su uno dei meccanismi “centrali” della malattia. Generalmente questi farmaci vengono associati nello stesso paziente. La grande novità è stata l’introduzione dei Farmaci Inibitori della Ricaptazione della Serotonina (SSRI), utilizzati primariamente come antidepressivi, ma che si è poi visto essere estremamente efficaci su alcune delle manifestazioni della FM, in particolare sulla astenia e sulla insonnia. Oggi il “gold standard” della terapia farmacologica della FM è considerato l’uso di uno dei più recenti SSRI (paroxetina o sertralina), da assumere al mattino, in associazione alla ciclobenzaprina, da assumere in unica dose serale. Da ricordare anche l’importanza dei sali di magnesio che rivestono un ruolo essenziale nel metabolismo muscolare, non tutti i prodotti in commercio sono però ugualmente efficaci in quanto alcuni hanno uno scarso assorbimento. Altri farmaci che vengono correntemente utilizzati nella terapia della FM sono gli antiepilettici, gli analgesici centrali, alcuni antiparkinsoniani. Grande interesse sta poi suscitando una nuova classe di farmaci antidepressivi, i Farmaci Inibitori della Ricaptazione della Serotonina e della Noradrenalina (SNRI), i quali agiscono su di un più ampio spettro di neurotrasmettitori rispetto agli SSRI. I farmaci anti-infiammatori utilizzati per trattare molte patologie reumatiche non mostrano importanti effetti nella fibromialgia. Tuttavia, a basse dosi, possono dare qualche sollievo al dolore. I cortisonici sono inefficaci e dovrebbero essere evitati per i loro potenziali effetti collaterali. I farmaci che facilitano il sonno profondo e il rilassamento muscolare aiutano molti pazienti affetti da fibromialgia a riposare meglio. Questi farmaci comprendono gli antidepressivi triciclici e gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) ed altri farmaci ad azione prevalentemente miorilassante, simili strutturalmente agli antidepressivi. Sebbene questi farmaci abbiano come principale indicazione la depressione, essi vengono abitualmente prescritti ai pazienti affetti da fibromialgia a bassi dosaggi, di solito prima di andare a letto. Nei pazienti fibromialgici, questi farmaci sono principalmente utilizzati per lenire il dolore, rilassare i muscoli e migliorare la qualità del sonno piuttosto che per il loro effetto antidepressivo. Sebbene molti pazienti dormano meglio e abbiano meno fastidi quando assumono questi farmaci, il miglioramento varia molto da persona a persona. In aggiunta, i farmaci hanno effetti collaterali come sonnolenza diurna, costipazione, bocca asciutta e aumento dell’appetito. Gli effetti collaterali sono raramente severi, ma possono essere disturbanti. È quindi consigliabile limitarne l’uso.

Terapia Non Farmacologica.

Si può affermare che tutte le terapie non farmacologiche note, più o meno ortodosse, sono state utilizzate nel trattamento della FM. Non è pertanto semplice districarsi nell’ambito di un campo nel quale molto spesso risulta difficoltoso separare la reale efficacia di un trattamento dalla semplice suggestione. È quindi necessario basarsi solo sui dati dimostrati che derivano dagli studi scientifici. Il primo punto da chiarire è relativo alle terapie fisiche (TENS, ionoforesi, termoterapia, ecc.) che vengono spesso consigliate ai pazienti con FM: a parte la TENS che risulta efficace fino al 70% dei casi, nessuna altra terapia fisica ha dimostrato risultati superiori al placebo. Per quanto riguarda il massaggio, è stato utilizzato in pochi studi: è comunque comune esperienza dei pazienti con FM che il massaggio può fare peggiorare nettamente la sintomatologia. Anzi si può affermare che, in generale, qualora un paziente trattato con massaggio per una contrattura muscolare riferisca un peggioramento dei sintomi si deve sospettare una FM. Almeno due studi hanno documentato l’efficacia del biofeedback elettromiografico, metodica che ha il limite di essere poco diffusa e quindi per lo più sconosciuta ai pazienti. Un altro argomento che suscita interesse e quello della omeopatia che, negli ultimi anni, anche in Italia è andata sempre più diffondendosi. Alcuni studi hanno studiato l’effetto di uno specifico rimedio omeopatico il “Rhus Tox” con risultati variabili: è necessario però chiarire che tale trattamento non è adatto a tutti i pazienti, ma solo ad una piccolo sottogruppo con caratteristiche ben definite. La terapia non farmacologica che negli ultimi anni ha però radicalmente cambiato l’approccio terapeutico e la prognosi della FM è certamente la Terapia di Rilassamento Muscolare Profondo: Training Autogeno di Schultz, Terapia Cognitivo-Comportamentale, Terapia di Rilassamento basata su Tecniche Ericksoniane. Le prime due tecniche di rilassamento hanno un limite nella scarsa adesione dei pazienti al programma terapeutico a causa della lunga durate dello stesso e della complessità dell’approccio. La terapia di rilassamento di tipo ericksoniano (definita “a breve termine”) è invece preferibile per la rapidità dell’effetto terapeutico, per l’efficacia su tutti i parametri esaminati (numero di punti tender, disturbi del sonno, astenia, dolore globale) e per la durata dell’effetto almeno fino al 6° mese dal termine del trattamento. Sono tecniche di derivazione psicologica che inducono il rilassamento muscolare riducendo l’iperattività neurovegetativa alla base della FM. Sono basate sull’uso di un linguaggio “analogico” (cioè un linguaggio suggeritivo in grado di attivare ricordi e sensazioni) che ha lo scopo di attivare le funzioni neuropsicologiche tipiche dell’emisfero cerebrale destro. Nel corso del trattamento si conduce il paziente a valutare eventuali tensioni intrapsichiche per poi applicare tecniche verbali di programmazione neurolinguistica al fine di rimuovere le cause di tensione. Il numero di sedute necessarie è generalmente compreso tra 3 e 5 con frequenza settimanale o bisettimanale. Se il paziente riesce ad ottenere un buon rilassamento muscolare, il risultato è solitamente duraturo e non sono richiesti ulteriori trattamenti. L’effetto sulla sintomatologia della FM è progressivo e comporta una attenuazione delle principali manifestazioni (in particolare della astenia e del dolore) ed un miglioramento della qualità del sonno.

dove compro il coreg drug company