online a buon mercato motrin and robitussin dm

posso avere hytrin vs flomax side

comprare motrin a buon mercato mall map

Bollettino speciale 10 Maggio 2018: laurea abilitante. Clicca qui per scaricare il pdf completo. Mondo della Sanità: Università, firmato il nuovo Regolamento per l’esame di abilitazione alla professione di medico-chirurgo che andrà in vigore da Luglio 2019 Il Gruppo.

Bollettino informativo | 16-30 Aprile.

Bollettino in merito alle notizie del 16 - 30 Aprile 2018. Clicca qui per scaricare il pdf completo. Formazione medica: Esame di stato: le novità sulla riforma da attuare entro l'autunno Alla fine del bollettino potrete trovare interessanti approfondimenti sul mondo.

Bollettino Informativo | 1-15 Aprile.

Bollettino in merito alle notizie del 01 - 15 Aprile 2018 Clicca qui per scaricare il pdf completo. Mondo della Sanità: - Aggressioni ai danni dei medici. Risulta necessario scongiurare questo “disagio lavorativo” Alla fine del bollettino potrete trovare interessanti.

Comunicato stampa IFMSA TMA.

Carissimi Soci, Vorremmo condividere con tutti voi la decisione di supportare come Segretariato Italiano Studenti in Medicina (SISM) il comunicato dell’International Federation of Medical Students’ Associations (IFMSA) riguardo all’arresto di alcuni medici membri.

Conclusione del lavoro d’indagine in merito la sanità del nostro SSN: rapporto promosso all’unanimità.

Bollettino in merito alle notizie dal 8 Gennaio - 14 Gennaio 2018. Clicca qui per scaricare il PDF completo! Mondo sanità: - Conclusione del lavoro d’indagine in merito la sanità del nostro SSN: rapporto promosso all’unanimità. Inoltre potrete trovare degli.

COMUNICATO – Adesione del SISM alla petizione sul superfarmaco per l’HCV indetta da saluteinternazionale.info.

Il SISM (Segretariato Italiano Studenti in Medicina) aderisce con convinzione alla petizione, indetta sul sito saluteinternazionale.info, attraverso la quale si richiede al Governo Italiano di ricorrere al meccanismo della licenza obbligatoria per produrre il generico del Sofosbuvir (principio attivo del “superfarmaco” per l’HCV) a prezzi contenuti. Il fine della petizione è far sì che il SSN (Sistema Sanitario Nazionale) garantisca le cure all’intera popolazione italiana affetta dal virus umano dell’Epatite C (HCV).

acquistare a buon mercato motrin ib vs advil
altace senza prescrizione

comprare motrin 800mg

SEDE Ospedale Luigi Sacco Dipartimento di Scienze biomediche e cliniche Via G.B. Grassi, 74 - Milano Tel. 02/50319759.

29. Medicina del lavoro.

Prof. Paolo Carrer Durata: 4 anni.

TITOLO DI STUDIO RICHIESTO Laurea in Medicina e chirurgia. E' inoltre richiesto il possesso del diploma di abilitazione all'esercizio della professione.

SEDE Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico Dip. di Scienze biomediche e cliniche Via San Barnaba, 8 - 20122 Milano Tel. 02/50320129.

30. Medicina dello sport e dell'esercizio fisico.

Prof.ssa Daniela Lucini Durata: 4 anni.

TITOLO DI STUDIO RICHIESTO Laurea in Medicina e chirurgia. E' inoltre richiesto il possesso del diploma di abilitazione all'esercizio della professione.

SEDE UOs Medicina dell'Esercizio c/o Istituto Clinico Humanitas Via Manzoni, 56 - 20089 Rozzano (MI)

31. Medicina d'emergenza - urgenza.

Prof. Nicola Montano Durata: 5 anni.

TITOLO DI STUDIO RICHIESTO Laurea in Medicina e chirurgia. E' inoltre richiesto il possesso del diploma di abilitazione all'esercizio della professione.

come acquistare coreg side effect
acquistare a buon mercato lanoxin digoxin

online a buon mercato motrin and robitussin dm

Daihatsu Sirion 1.0 RTi, 5 Deurs, APK 15-05-2019, NAP.

Breda (NB) • Bedrijf • 2004 • Benzine • Rood • 77086 km.

Daihatsu Sirion 2 1.5-16V Sport | VSC | AIRCO | RIJKLAAR | LM | boekjes | RIJKLAAR |2007.

Kerkenveld (DR) • Bedrijf • 2007 • Benzine • Zwart • 91589 km.

Daihatsu Sirion 2 1.0-12V SLIM | AIRBAGS | AUX/BLUETOOTH | RUIME 5 DEURS | NIEUWE APK + 6 MND BOVAG GARANTIE.

Hoorn (NH) • Bedrijf • 2010 • Benzine • Rood • 113303 km.

Daihatsu Cuore 1.0-12V STi (bj 1999)

Hengelo (OV) • Bedrijf • 1999 • Benzine • Grijs • 126945 km.

Daihatsu Cuore 1.0 Class Aut AIRCO!! RIJKLAAR!!

Hoogeveen (DR) • Bedrijf • 2010 • Benzine • Blauw • 13400 km.

Daihatsu Cuore 1.0 PREMIUM.

come acquistare benicar 40/25
prescrizione shuddha guggulu wikipedia indonesia

acquistare a buon mercato motrin vs advil swelling

SI COMUNICA CHE A DECORRERE DAL 21 AGOSTO 2017 IL RICEVIMENTO STUDENTI PER I TIROCINI CURRICULARI DEL CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA POLO DI TORINO AVRA’ IL SEGUENTE ORARIO:

LUNEDI’ DALLE ORE 13:00 ALLE 15:00.

GIOVEDI’ DALLE ORE 13:00 ALLE 15:00.

PROPEDEUTICITA'

A seguito della delibera assunta dal Consiglio di Corso di Laurea del 26/1/2017 e della decisione della Commissione Consultiva Paritetica del Corso di Laurea riunitasi in data 06/03/2017, si comunica che a partire dal 1/10/2017 non sarà più possibile frequentare ADE e tirocini se non si sono sostenuti gli esami ad essi propedeutici, così come previsto dal Regolamento didattico del Corso di Studi.

Si ricorda, infatti, che per esami si intendono tutte le attività didattiche, anche quelle che prevedono il conseguimento di un giudizio di idoneità e non di una votazione.

Avviso per gli studenti frequentanti il tirocinio presso le strutture dell'ASO Mauriziano.

Si avvisano gli studenti che dovranno frequentare il tirocinio presso le strutture dell'ASO Mauriziano che, in relazione all'intercorrente EPIDEMIA DI MORBILLO, è necessario che TUTTI I FREQUENTATORI A VARIO TITOLO dell'Azienda siano immuni nei confronti di MORBILLO, ROSOLIA, PAROTITE e VARICELLA (per la Varicella è sufficiente l'attestazione verbale dell'interessato mentre per Morbillo, Parotite e Rosolia è necessaria l'attestazione di avvenuta vaccinazione tramite CERTIFICATO VACCINALE dell'ASL di competenza o una TITOLAZIONE ANTICORPALE che dimostri il superamento della malattia). A tal proposito si precisa che gli studenti dovranno recarsi il primo giorno di inizio del tirocinio (il lunedì dalle ore 08:00 alle ore 13:00) dal Sig. Gian Mario Milano, presso la Segreteria Scientifica Ginecologia Ostetricia, sita all'interno del padiglione verde 5d, al terzo piano dell'ASO Mauriziano (Via Magellano N.1 Torino), che effettuerà la verifica del possesso del certificato vaccinale rilasciato dall'ASL di competenza o della titolazione anticorpale che dimostri il superamento delle malattie, nonchè prenderà atto dell'autodichiarazione in merito alla varicella. Si specifica che in caso di mancanza di tali documenti il tirocinio non potrà iniziare. Dipartimento di medicina e chirurgia.

Responsabile Prof.ssa Cusella De Angelis Maria Gabriella.

Responsabile Prof.ssa Cristina Montomoli.

posso comprare feldene 20mg

comprare generico motrin vs advil vs aspirin

dosaggio coumadin toxicity

prezzo di motrin ib 200

comprare celebrex recall 2017

dove posso comprare motrin and robitussin snopes

dove posso comprare doxazosin mesylate dosage

comprare la consegna di motrin durante la notte film poster

Nondimeno i criteri ACR sono comunque criticabili sotto diversi aspetti:

oltre ai 18 descritti esistono nei singoli pazienti molti altri tender points ed in generale ogni inserzione tendinea e ogni muscolo sono potenzialmente dolenti la dolorabilità dei vari tender points varia spontaneamente anche da un giorno all’altro e stabilire un limite netto negli 11 tender points può comportare che un giorno il paziente rientri nei criteri ed il giorno dopo non sia più così non sempre i pazienti manifestano dolore in tutti i 4 quadranti del corpo ed è anzi frequente che il paziente descriva il dolore diffuso come “mi fa male tutta la parte destra del corpo” oppure “ho dolore alla schiena e a tutte e due le gambe” quando la ricerca dei tender points viene eseguita da personale inesperto sono frequenti errori diagnostici (pressione su punti anatomici sbagliati oppure pressione troppo lieve o troppo intensa).

Occorre sottolineare inoltre l’importanza della diagnosi differenziale in considerazione del fatto che la FM è una sindrome e molti dei sintomi sono aspecifici, così come l’importanza della individuazione di una eventuale patologia associata alla FM. Per tale ragione si consiglia di sottoporre il paziente nel quale si fa una nuova diagnosi di FM ad un controllo laboratoristico che preveda gli esami seguenti:

VES, PCR, ANA test Emocromo con formula CPK, transaminasi Anticorpi anti-EBV e anti-HCV TSH, FT4.

TERAPIA.

La terapia della FM è radicalmente cambiata negli ultimi 15 anni. Fino a circa 10 anni fa la FM veniva raramente diagnosticata, anche perché si riteneva che tale diagnosi non fosse di alcuna utilità, in quanto si considerava la FM una patologia di natura psicogena e pertanto difficilmente curabile. Negli ultimi anni le cose sono radicalmente cambiate e oggi si può affermare che la FM si può curare con successo. Grazie alla scoperta dei meccanismi alla base della FM possiamo oggi utilizzare farmaci in grado di correggere i deficit alla base della malattia (in particolare il deficit di serotonina). Oltre ai nuovi farmaci disponiamo di alcuni trattamenti non farmacologici estremamente efficaci in grado di modificare l’iperattività neurovegetativa presente nella FM.

Terapia Farmacologica.

Possiamo distinguere fondamentalmente due classi di farmaci utilizzati per il trattamento della FM: i farmaci miorilassanti, che agiscono sulla manifestazione “periferica” della FM cioè sulla contrattura muscolare, e i farmaci che potenziano l’attività della serotonina che agiscono invece su uno dei meccanismi “centrali” della malattia. Generalmente questi farmaci vengono associati nello stesso paziente. La grande novità è stata l’introduzione dei Farmaci Inibitori della Ricaptazione della Serotonina (SSRI), utilizzati primariamente come antidepressivi, ma che si è poi visto essere estremamente efficaci su alcune delle manifestazioni della FM, in particolare sulla astenia e sulla insonnia. Oggi il “gold standard” della terapia farmacologica della FM è considerato l’uso di uno dei più recenti SSRI (paroxetina o sertralina), da assumere al mattino, in associazione alla ciclobenzaprina, da assumere in unica dose serale. Da ricordare anche l’importanza dei sali di magnesio che rivestono un ruolo essenziale nel metabolismo muscolare, non tutti i prodotti in commercio sono però ugualmente efficaci in quanto alcuni hanno uno scarso assorbimento. Altri farmaci che vengono correntemente utilizzati nella terapia della FM sono gli antiepilettici, gli analgesici centrali, alcuni antiparkinsoniani. Grande interesse sta poi suscitando una nuova classe di farmaci antidepressivi, i Farmaci Inibitori della Ricaptazione della Serotonina e della Noradrenalina (SNRI), i quali agiscono su di un più ampio spettro di neurotrasmettitori rispetto agli SSRI. I farmaci anti-infiammatori utilizzati per trattare molte patologie reumatiche non mostrano importanti effetti nella fibromialgia. Tuttavia, a basse dosi, possono dare qualche sollievo al dolore. I cortisonici sono inefficaci e dovrebbero essere evitati per i loro potenziali effetti collaterali. I farmaci che facilitano il sonno profondo e il rilassamento muscolare aiutano molti pazienti affetti da fibromialgia a riposare meglio. Questi farmaci comprendono gli antidepressivi triciclici e gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) ed altri farmaci ad azione prevalentemente miorilassante, simili strutturalmente agli antidepressivi. Sebbene questi farmaci abbiano come principale indicazione la depressione, essi vengono abitualmente prescritti ai pazienti affetti da fibromialgia a bassi dosaggi, di solito prima di andare a letto. Nei pazienti fibromialgici, questi farmaci sono principalmente utilizzati per lenire il dolore, rilassare i muscoli e migliorare la qualità del sonno piuttosto che per il loro effetto antidepressivo. Sebbene molti pazienti dormano meglio e abbiano meno fastidi quando assumono questi farmaci, il miglioramento varia molto da persona a persona. In aggiunta, i farmaci hanno effetti collaterali come sonnolenza diurna, costipazione, bocca asciutta e aumento dell’appetito. Gli effetti collaterali sono raramente severi, ma possono essere disturbanti. È quindi consigliabile limitarne l’uso.

Terapia Non Farmacologica.

Si può affermare che tutte le terapie non farmacologiche note, più o meno ortodosse, sono state utilizzate nel trattamento della FM. Non è pertanto semplice districarsi nell’ambito di un campo nel quale molto spesso risulta difficoltoso separare la reale efficacia di un trattamento dalla semplice suggestione. È quindi necessario basarsi solo sui dati dimostrati che derivano dagli studi scientifici. Il primo punto da chiarire è relativo alle terapie fisiche (TENS, ionoforesi, termoterapia, ecc.) che vengono spesso consigliate ai pazienti con FM: a parte la TENS che risulta efficace fino al 70% dei casi, nessuna altra terapia fisica ha dimostrato risultati superiori al placebo. Per quanto riguarda il massaggio, è stato utilizzato in pochi studi: è comunque comune esperienza dei pazienti con FM che il massaggio può fare peggiorare nettamente la sintomatologia. Anzi si può affermare che, in generale, qualora un paziente trattato con massaggio per una contrattura muscolare riferisca un peggioramento dei sintomi si deve sospettare una FM. Almeno due studi hanno documentato l’efficacia del biofeedback elettromiografico, metodica che ha il limite di essere poco diffusa e quindi per lo più sconosciuta ai pazienti. Un altro argomento che suscita interesse e quello della omeopatia che, negli ultimi anni, anche in Italia è andata sempre più diffondendosi. Alcuni studi hanno studiato l’effetto di uno specifico rimedio omeopatico il “Rhus Tox” con risultati variabili: è necessario però chiarire che tale trattamento non è adatto a tutti i pazienti, ma solo ad una piccolo sottogruppo con caratteristiche ben definite. La terapia non farmacologica che negli ultimi anni ha però radicalmente cambiato l’approccio terapeutico e la prognosi della FM è certamente la Terapia di Rilassamento Muscolare Profondo: Training Autogeno di Schultz, Terapia Cognitivo-Comportamentale, Terapia di Rilassamento basata su Tecniche Ericksoniane. Le prime due tecniche di rilassamento hanno un limite nella scarsa adesione dei pazienti al programma terapeutico a causa della lunga durate dello stesso e della complessità dell’approccio. La terapia di rilassamento di tipo ericksoniano (definita “a breve termine”) è invece preferibile per la rapidità dell’effetto terapeutico, per l’efficacia su tutti i parametri esaminati (numero di punti tender, disturbi del sonno, astenia, dolore globale) e per la durata dell’effetto almeno fino al 6° mese dal termine del trattamento. Sono tecniche di derivazione psicologica che inducono il rilassamento muscolare riducendo l’iperattività neurovegetativa alla base della FM. Sono basate sull’uso di un linguaggio “analogico” (cioè un linguaggio suggeritivo in grado di attivare ricordi e sensazioni) che ha lo scopo di attivare le funzioni neuropsicologiche tipiche dell’emisfero cerebrale destro. Nel corso del trattamento si conduce il paziente a valutare eventuali tensioni intrapsichiche per poi applicare tecniche verbali di programmazione neurolinguistica al fine di rimuovere le cause di tensione. Il numero di sedute necessarie è generalmente compreso tra 3 e 5 con frequenza settimanale o bisettimanale. Se il paziente riesce ad ottenere un buon rilassamento muscolare, il risultato è solitamente duraturo e non sono richiesti ulteriori trattamenti. L’effetto sulla sintomatologia della FM è progressivo e comporta una attenuazione delle principali manifestazioni (in particolare della astenia e del dolore) ed un miglioramento della qualità del sonno.

Esercizio e Terapie Fisiche.

In numerosi testi specialistici, anche recenti, si legge che l’attività fisica e la ginnastica sono fondamentali per la terapia della FM. In realtà molti pazienti fibromialgici hanno riferito un netto peggioramento dei sintomi (dolore e stanchezza) con l’attività sportiva, tale da doverla per lo più sospendere: questo in effetti non stupisce in quanto l’aumentata tensione dei muscoli dei pazienti fibromialgici provoca una diminuzione del flusso sanguigno con conseguente deficit di ossigeno e minore capacità di sopportare lo sforzo. D’altra parte la immobilità, come già ricordato, porta ad un marcato aumento della rigidità muscolare e del dolore. Per tali motivi la raccomandazione da fare ai pazienti con FM è quella di svolgere senza limitazioni le normali attività quotidiane (purché non troppo gravose), evitare prolungati periodi di inattività e dedicarsi ad attività sportive moderate in base all’allenamento del singolo soggetto: occorre in pratica mantenersi in movimento senza raggiungere il limite di affaticabilità del muscolo. Per coloro che ne hanno la possibilità è consigliata l’attività motoria in acqua termale, che aiuta molto a rilassare la muscolatura. Due tra i principali obiettivi del trattamento della fibromialgia sono le tecniche di stiramento muscolare e di allenamento dei muscoli dolenti e l’incremento graduale del fitness cardiovascolare (aerobico). Molte persone possono prendere parte ad un programma di esercizi che determina un senso di benessere, un aumento della resistenza muscolare e una diminuzione del dolore. L’esercizio aerobico si è dimostrato efficace per i pazienti affetti da fibromialgia. Il paziente può essere riluttante ad esercitarsi se ha già dolore e se si sente stanco. Attività aerobica a basso o nullo impatto, come camminare, andare in bicicletta, nuotare o fare esercizi in acqua sono generalmente il modo migliore di iniziare un programma di esercizi. Occorre allenarsi regolarmente, ad esempio a giorni alterni, aumentando gradualmente l’attività fisica per raggiungere un migliore livello di forma fisica. Importante è stirare gentilmente i propri muscoli e muovere le articolazioni attraverso un’adeguata mobilizzazione articolare giornalmente e prima e dopo gli esercizi aerobici. È utile inoltre consultare un terapista della riabilitazione che aiuti a stabilire uno specifico programma di esercizi per migliorare la postura, la flessibilità e la forma fisica.

Terapie alternative.

Anche le terapie cosiddette non convenzionali quali gli integratori dietetici o i trattamenti non farmacologici quali il biofeed-back, l’agopuntura, la ginnastica dolce e lo yoga possono avere effetti positivi sui sintomi del paziente fibromialgico.

FITOTERAPIA E FIBROMIALGIA.

Per chi ama la medicina naturale ed in particolare le erbe medicinali, è stato proposto il seguente infuso che sembra essere efficace su alcune delle manifestazione della FM, e quindi può risultare utile come supporto ad altre terapie:

– Panax quinquefolium 2 parti – Astragalus mongolicus 2 parti – Angelica sinensis (Dong quai) 2 parti – Ginko biloba 1 parte – Cimicifuga racemosa (Black cohosh) 1 parte – Passiflora incarnata (Passion flower)1/2 parte – Betonica officinalis (Wood betony) 1/2 parte – Matricaria chamomila (Chamomile) 1/2 parte – Zizyphus sativa (Jujube red dates) 1/2 parte.

Questa tisana agisce come tonico contro la stanchezza cronica, l’ansia, la cefalea, i disturbi del sonno e ripristina il flusso sanguigno alle estremità. È consigliabile assumerla due volte al giorno lontano dai pasti alla dose di un cucchiaino da tè. Poiché alcuni componenti sono difficili da reperire in Italia (tale formulazione è tratta da un testo americano) è possibile sostituirli con componenti dalle caratteristiche simili.

Come si cura la fibromialgia?

Le opzioni terapeutiche per la fibromialgia comprendono:

sconto del singulair generic brand
dove posso comprare diovan 160 25

dove compro il motrin vs advil infant

Per maggiori informazioni sul programma, è possibile visitare la scheda di approfondimento dedicata.

S.I.S.Me.R. vi invita a sottoscrivere l’appello lanciato dalla Associazione Luca Coscioni e dalle Associazioni di pazienti per l’inserimento delle tecniche di Diagnosi Genetica Preimpianto tra le prestazioni previste dai Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) nell’ambito Servizio Sanitario Nazionale.

Per informazioni e sottoscrizioni cliccare qui.

Da Giugno 2014 lo staff medico di Tecnobios Prenatale opera presso la sede S.I.S.Me.R. di Bologna eseguendo tutte le procedure di Diagnosi Prenatale (test genetici, ecografie, amniocentesi e villocentesi).

CLINICA E LABORATORIO.

SISMeR, la Società Italiana Studi di Medicina della Riproduzione, opera nell’ambito dell’infertilità umana, della procreazione medicalmente assistita e della genetica, come Centro PMA di III livello. Accanto alla Medicina della Riproduzione, SISMeR fornisce servizi anche nelle seguenti aree terapeutiche.

Medicina della riproduzione.

SISMeR è un Centro PMA di III livello. Ciò significa che è in grado di fornire tutte le metodiche PMA consentite in Italia.

Ginecologia e Ostetricia.

Il Servizio di Ginecologia prevede le attività di prevenzione, diagnosi e trattamento delle patologie del basso tratto genitale femminile. Inoltre comprende l’attività di Oncologia Ginecologica.

Andrologia e Urologia.

online a buon mercato motrin vs advil ibuprofen
sconto del calan sr side

comprare generico motrin vs advil vs aspirin

Lacerazione della parete esofagea Incontinenza cardiale con esofagite da reflusso.

Discinesie: Acalasia.

Terapia Chirurgica.

L’incisione deve essere estesa per 4-5 cm sul tratto inferiore dell’esofago, e per 2-3 cm sulla parete gastrica.

Cardiasmiotomia extramucosa longitudinale sec. Heller.

Discinesie: Acalasia.

Terapia Chirurgica Laparoscopica.

Malformazioni Acquisite: Diverticoli.

Malformazioni Acquisite: Diverticoli.

In base alla sede possono essere classificati in:

Per quanto riguarda l’eziopatogenesi sono da considerare due meccanismi:

Pulsione: Diverticoli faringoesofagei o epifrenici L’aumento della pressione endoesofagea determina una estroflessione a livello di un “locus minoris resistentiae” Trazione: Diverticoli Iuxtabronchiali o epifrenici Sono secondari a processi infiammatori dei linfogangli tracheobronchiali e del legamento triangolare del polmone.

Malformazioni Acquisite: Diverticoli.

voltaren generico definicion
dove posso comprare vasotec side effect

dosaggio motrin vs advil breastfeeding

Siti di riferimento:

Dott. Salvatore Nicolosi.

Condividi questo:

Mi piace:

43 Comments.

salve mia madre di anni 67 oramai da anni soffre di otite cronica,porta l’apparecchio acustico altrimenti non riuscirebbe a sentre nulla,vorrei sapere se ha diritto a un contributo economico.nel referto della prova per l’udito in cabina silente effettuat nell’ospedale della mia città,nelle osservazioni c’è scritto otite media cronica bilaterale,ipoacusia bilaterale di tipo misto di grave entità,purtroppo il grafico non sono in grado di leggerlo,grazie e saluti.

Buonasera. La risposta è NEGATIVA. Il caso di sua madre va trattato in ambito di invalidità civile “normale” e quindi, avendo superato i 65 anni e 7 mesi, non ha diritto ad alcun tipo di beneficio economico, anche se fosse riconosciuta invalida in misura uguale o superiore al 64%. Solo se dovessero sussistere i requisiti per l’indennità di accompagnamento avrebbe diritto ad un beneficio economico, ma una sordità acquisita in età adulta, anche totale, non permette questo riconoscimento.

Può confrontare i requisiti in QUESTA pagina.

Buonasera, ho 39 anni e svolgo il mio lavoro su un’imbarcazione come lavoratore-motorista e sono soggetto a rumorosità di motore e gruppo elettrogeno. In data 28/02/2017 faccio domanda di malattia professionale per ipoacusia allegando come accertamenti la visita ORL ed esami audiometrico ed imperdenziometrico. Dall’esame audiometrico tonale si rileva: ipoacusia neurosensoriale solo alle alte frequenza in Au Dx; profonda neurosensoriole con deep su alte frequenze in Au Sn. Esame audiometrico vocale in cabina: discriminazione ottima a Dx a partire da 45 dB, buona a Sn a partire da 95 dB. Soglia di intellizione a 25 dB a Dx e a 70 dB a Sn. Timpanogramma bilaterale di tipo “A”. Riflessi stapediali Dx: ipsi assenti solo a 4K, Contra assenti su tutte le frequenze. A Sn: Ipsi assenti su tutte le frequenze, Contra assenti a 2K e 4K. Alla domanda di malattia professionale, come richiestaci, abbiamo allegato copia integrale della rilevazione fonometrica effettuata dal datore di lavoro con evidenziazione della postazione di lavoro occupata dal lavoratore e il livello di esposizione al rumore. Tre/quattro mesi dopo dall’avvenuta domanda ci rispondono: gli accertamenti effettuati per il riconoscimento della malattia professionale consentono di escludere l’esistenza di nesso causale tra rischio lavorativo e la malattia denunciata. La pratica è dunque stata archiviata. Sembra tanto che loro ci contestano la sordità eccessiva da un orecchio rispetto all’altro. Cosa si potrebbe fare come passo successivo? E’ esatta la valutazione alla richiesta di malattia professionale? Qual è il suo parere? Ci tengo a dire che successivamente ho eseguito per mio conto una RM cervello e tronco encefalico c/s MDC da cui non si rileva alcun problema di malformazione o lesione da fattori esterni: tutto risulta regolare dallo studio dell’orecchio poiché erano arrivati ad alludere ad una sospetta malformazione o tumore che avrebbe compromesso l’udito. In attesa di risposta, la ringrazio della sua disponibilità.

Buonasera. Non esiste una via diversa dall’effettuazione di un ricorso ai sensi dell’art. 114 del T.U., in sostanza ricorso con visita collegiale. In via teorica, da quanto mi riferisce, sono possibili 2 motivi: 1) le rilevazioni fonometriche prodotte dal datore di lavoro all’INAIL indicano valori di esposizione più bassi di quanto prescrive una certa normativa; 2) che effettivamente l’INAIl ritiene che il suo sia un problema non provocato dal rumore per questa notevole differenza di gravità della sordità tra le due orecchie.

Ma comunque lo scoprirà solo in occasione della visita collegiale al quale parteciperà un medico che la patrocinerà.

Consiglio di chiedere di essere assistito da un patronato ben organizzato che metterà a disposizione il proprio consulente medico-legale.

zestril 10 mg tablet