prinivil onlinesbi internet

consegna colchicine treatment for dogs

online a buon mercato prinivil lisinopril uses

Jordi Stira 389.6221090.

Viviana Sportaro 348.8345763.

. Aulett@'99. sempre al fianco dello studente.

Il Consiglio è convocato alle ore 10 presso l'aula magna di igiene.

Approvazione verbale seduta consiglio di scuola del 21/02/2018;

2. Comunicazioni del Presidente;

- L’Ordine dei Medici promuove un sit-in Sabato 21/04/2018 alle ore 15.30 presso il Politeama per dare un segnale in seguito alla mancanza di sicurezza per il personale sanitarie in ambienti pubblici.

- Giorno 7/5/2018 è convocata una assemblea generale della Scuola di Medicina e Chirurgia, a cui prenderanno parte anche il Magnifico Rettore, l’Assessore all’Istruzione R. Lagalla ed il Commissario Straordinario dell’ AOUP Policlinico “P.Giaccone”.

- Si rende necessario nominare per il nuovo ciclo un nuovo direttore del Dipartimento Assistenziale e un direttore delle Scuole di Specializzazione.

Attualmente è giunta candidatura del Prof. Midiri per il primo e del Prof. Corsello per il secondo. L’elezione si svolgerà il 24/04 dalle 9.00 alle 13.00 in aula Ascoli e le candidature potranno essere presentate entro il 19/04.

3. Comunicazioni dei Componenti il Consiglio;

non ci sono comunicazioni da parte dei componenti del consiglio.

acquistare a buon mercato isoptin retard 120
hyzaar pillole per dimagrire in farmacia

comprare la consegna di prinivil durante la notte di adamo

Chiunque si occupi di malattie reumatiche non ha difficoltà a riconoscere che la FM è la patologia che si incontra più frequentemente, soprattutto nell’attività ambulatoriale. Ciò nonostante non ci sono dati attendibili sulla reale frequenza della FM in quanto tale malattia continua ancora oggi ad essere ampiamente sottostimata e raramente diagnosticata. Basti pensare all’ambulatorio del medico di medicina generale e a quanti pazienti ogni giorno visita in quanto lamentano uno o più di questi sintomi: dolori muscolari, cefalea, vertigini, epigastralgie, insonnia, dolori addominali, astenia, parestesie, tachicardia. Una buona parte è certamente affetta da FM senza saperlo. I dati epidemiologici di cui disponiamo sono relativi a valutazioni eseguite in:

studi su popolazione sana, di cui alcuni recentissimi, che documentano una prevalenza compresa tra il 2 e il 4% (con valori notevolmente più elevati se si scorporano i dati per la sola popolazione femminile: 8-10% circa) studi su pazienti ricoverati in ambiente internistico che evidenziano prevalenze nell’ordine del 10% studi su pazienti valutati in ambiente reumatologico dove la prevalenza raggiunge il 25%

Tra gli ultimi lavori di tipo epidemiologico, due rivestono particolare interesse:

1- Il primo è uno studio di popolazione, pubblicato nel 1999, che ha coinvolto 3395 abitanti della cittadina canadese di London (The London Fibromyalgia Epidemiology Study). Sono stati individuati 100 casi di FM (86 femmine e 14 maschi: rapporto F/M=3:1), con una prevalenza quindi del 3.3%. La prevalenza nel sesso femminile era pari al 4.9% per salire al 8% nella classe d’età 55-64 anni. Sono stati individuati una serie di fattori di rischio per la FM: oltre al sesso femminile, età media, livello di istruzione inferiore, reddito basso, essere divorziati. A tutt’oggi questo rimane lo studio più ampio e rigoroso effettuato. 2- Il secondo è uno studio pubblicato nel 2005 che rientra in un progetto iniziato nel 2003 con uno studio a livello europeo (The Feel Study: Fibromyalgia Epidemiology European Large Scale Survey) per valutare la prevalenza “possibile” della FM nella popolazione generale. La metodologia utilizzata è quella delle interviste telefoniche per raggiungere il maggior numero possibile di individui: il numero dei pazienti “possibili” veniva poi corretto con un coefficiente calcolato dallo studio canadese di cui sopra (rapporto tra FM teoriche e FM confermate dalla visita reumatologica). In tale modo è stato possibile calcolare la prevalenza possibile della FM in: a) Francia (su campione di 1000 abitanti): 4,3% della popolazione generale (6,1% delle donne e 0,5% degli uomini) – b) Portogallo (su campione di 500 abitanti): 6,1% della popolazione generale (8,8% delle donne e 0,7% degli uomini) – c) Italia (su campione di 1000 abitanti): 4,1% della popolazione generale (6,9% delle donne e 0,3% degli uomini).

PATOGENESI.

La patogenesi della FM resta senza dubbio l’argomento più controverso e sul quale sono state spese più parole, paradossalmente non perché ci siano pochi dati a disposizione, ma piuttosto perché ce ne sono troppi. Infatti, da quando sono stati introdotti i criteri diagnostici ACR, si sono moltiplicati gli studi su gruppi omogenei di pazienti con lo scopo di determinare i meccanismi eziopatogenetici alla base della FM. Sono così emersi numerosi dati di tipo anatomopatologico, neurochimico, endocrinologico a volte addirittura contrastanti tra loro e comunque non definitivi, nel senso che nessun rilievo è stato in grado di offrire una ipotesi eziopatogenetica completa ed esauriente della FM. L’unica possibilità per fare chiarezza è individuare quelli che possiamo definire i “ Fatti ” della FM, e sulla base di questi cercare di delineare un possibile percorso eziopatogenetico.

I “Fatti” della FM:

1- La FM non è una malattia ad origine “periferica”, in quanto non sono mai state dimostrate alterazioni muscolari o tendinee significative. 2- Nella quasi totalità dei casi all’esordio della FM può essere individuato un evento scatenante: trauma fisico o psichico, malattia febbrile spesso ad eziologia virale (in particolare da EBV), altro evento stressante (es. intervento chirurgico). Anche quando tale evento apparentemente non si è verificato, un’attenta indagine riesce a documentare un trauma psichico più o meno recente che si può dimostrare correlato all’insorgenza della FM. 3- Esiste certamente una familiarità per FM, anche se non sono noti i precisi meccanismi di trasmissione; alcuni lavori hanno documentato la maggiore prevalenza di alcuni alleli del sistema HLA. 4- La FM non è una malattia psicosomatica: numerosi lavori hanno dimostrato che i tratti psicopatologici dei pazienti fibromialgici sono del tutto sovrapponibili a quelli di pazienti con altre patologie caratterizzate da dolore cronico (es. artrite reumatoide) e sono quindi da considerare reattivi alla malattia di base. 5- Una delle caratteristiche della FM è l’iperattività simpatica che si traduce in particolare in alterazioni della microcircolazione periferica e centrale: alterata distribuzione dei capillari a livelllo del tessuto muscolare con ipervascolarizzazione dei tender points, fenomeno di Raynaud, alterazioni del flusso cerebrale con diminuzione del flusso in particolari aree cerebrali (nucleo caudato e talamo) responsabili della trasmissione e della modulazione del dolore. Ciò rende ragione della caratteristica fondamentale della FM e cioè della iperalgesia, in quanto il malfunzionamento di queste aree cerebrali porta ad una errata interpretazione degli stimoli dolorosi. 6- Nella FM sono state dimostrate e più volte confermate alterazioni di numerosi neurotrasmettitori, a riprova della origine “centrale” della FM: ridotta concentrazione di serotonina e 5-idrossi-triptofano nel liquor e nel plasma, ridotta produzione di melatonina, aumento di oltre 3 volte delle concentrazioni di sostanza P nel liquor. Tutti questi neurotrasmettitori sono coinvolti nella modulazione del dolore e nella regolazione del sonno. 7- Tutti i farmaci che hanno dimostrato di essere efficaci nella FM agiscono a livello del sistema nervoso centrale.

Basandosi su questi “fatti” si può quindi immaginare che in un soggetto predisposto (che verosimilmente ha ereditato un sistema neurovegetativo sbilanciato verso una iperattività simpatica forse per un deficit metabolico del sistema serotoninergico) agisca un fattore scatenante (trauma, infezione, forse anche alcuni farmaci) in grado di slatentizzare la FM. Tutti i fattori scatenanti descritti hanno in comune probabilmente la capacità di agire a livello midollare o cerebrale: per esempio è stato dimostrato che un trauma cervicale (colpo di frusta) è in grado di scatenare la FM molto più frequentemente di un trauma lombare. Si realizza quindi una redistribuzione del flusso cerebrale con ischemia relativa di alcune aree deputate al controllo delle vie del dolore con progressivo peggioramento nel tempo della sintomatologia. È probabile che alcune delle alterazioni dei neurotrasmettitori documentate siano l’effetto di questi meccanismi piuttosto che la causa. Le manifestazioni muscolari della malattia (rigidità, dolore, tender points) derivano verosimilmente da una sregolazione delle vie simpatiche midollari, secondaria alle alterazioni centrali, che controllano la vascolarizzazione e la contrazione muscolare. Tali meccanismi vengono poi potenziati e mantenuti da numerosi eventi collaterali, tutti orientati verso un mantenimento dello squilibrio neurovegetativo, che complicano lo scenario patogenetico (variazioni climatiche, alterazioni ormonali, ecc.); probabilmente in alcuni pazienti resta comunque fondamentale il meccanismo serotoninergico, mentre in altri, nel tempo, possono prevalere altri meccanismi. Importante è comunque sottolineare come queste alterazioni siano potenzialmente correggibili e reversibili. Lo dimostra il fatto che in corso di infezione da EBV sono state descritte delle classiche FM completamente regredite con la guarigione della malattia virale e che la terapia di rilassamento, verosimilmente in grado di modificare la distribuzione del flusso cerebrale, può portare a completa regressione della FM. Proprio la risposta alla terapia di rilassamento ed ai farmaci Inibitori della Ricaptazione della Serotonina(SSRI) fa ritenere che il deficit predominante nella FM sia quello delle vie serotoninergiche in grado di modulare le attività neurovegetative e che tale deficit sia correlato alla redistribuzione del flusso cerebrale.

Figura 3.

DIAGNOSI E TERAPIA.

La diagnosi di FM è a tutt’oggi basata sui criteri dell’American College of Rheumatology (ACR) del 1990 (Wolfe F. et al.: “The American College of Rheumatology 1990 criteria for the classification of fibromyalgia”. Arthritis Rheum, 1990; 2: 160-172) che prevedono la presenza di dolore muscolo-scheletrico diffuso (cioè che interessa entrambi i lati del corpo sia nella parte superiore che inferiore e che coinvolge tutta la colonna vertebrale) da almeno 3 mesi associato a dolorabilità di almeno 11 dei 18 tender points illustrati nella Figura 2. L’utilizzo di tali criteri ha costituito un importantissimo passo in avanti nella comprensione della FM consentendo di standardizzare la diagnosi e di potere confrontare i lavori scientifici, in particolare quelli di tipo epidemiologico, non essendovi alcun esame di laboratorio o radiologico che possa diagnosticare la fibromialgia. I test di laboratorio e gli esami strumentali possono essere utili per escludere la presenza di altre patologie, come ad esempio l’ipotiroidismo, che può causare segni e sintomi simili alla fibromialgia. Una attenta anamnesi e un esame obiettivo accurato possono escludere altre condizioni cliniche di dolore cronico e di astenia. Poiché i sintomi di fibromialgia sono così generici e spesso sono simili a quelli di altre malattie, molti pazienti vanno incontro a complicate e a volte ripetitive valutazioni prima che venga diagnosticata tale patologia ( Figura 4 ).

Figura 4.

comprare lozol a buon mercatone del
sconto del toprol xl tabs 50

senza prescrizione prinivil lisinopril side

Lascia una risposta Annulla risposta.

Occorre aver fatto il login per inviare un commento. Esami di medicina e chirurgia.

Abbiamo parlato di tutte le PCR: c’è una grossa diatriba per poter calcolare il numero di molecole finali partendo dal numero di molecole iniziali. Posso quantizzare un prodotto di PCR a patto che conosca quante molecole iniziali ho messo nella reazione, l’efficienza di amplificazione (in teoria ad ogni ciclo il DNA si duplica e corrisponde ad un’efficienza 100%: molto spesso l’efficienza di amplificazione non è 100%). Quali sono i motivi per cui l’efficienza non è al 100%?

Dipendono essenzialmente da come è fatto il primer. Immaginiamo di avere 100 molecole per studio ed avere un’enorme quantità di primer perché in effetti la reazione è a due, tra il bersaglio e il primer. Il primer è sempre in eccesso rispetto al DNA o cDNA (da 10 a 100 volte in più) perché non vogliamo che la reazione della PCR termini a causa dell’esaurimento del primer e per facilitare gli incontri tra il primer e il bersaglio (è questione di cinetica), a meno che non stiamo facendo la PCR asimmetrica in cui uno dei due primer è stato volutamente messo in quantità limitata perché vogliamo amplificare solo uno dei due filamenti.

Ma perché, se vuoi amplificare un solo filamento, fai la PCR asimmetrica mettendo due primer di cui uno in quantità ridotta e l’altro in quantità superiore? Perché con i primi cicli vogliamo comunque aumentare il numero di molecole per poi utilizzarle come stampo per quelle a singola elica.

I primer devono incontrare il bersaglio: se il primer invece di preferire l’incontro col bersaglio si struttura su se stesso, è perché ha delle regioni a gambo ed ansa (steam and loop) per cui si autostruttura (si autocomplementa ). Per un fatto logico è preferito da un punto di vista termodinamico l’autostrutturarsi (reazione intramolecolare) che non andarsi ad incontrare con un’altra molecola (reazione intermolecolare).

I primer possono anche formare dimeri per cui due primer dimerizzano fra loro invece di ibridarsi con il bersaglio: anche questa formazione di dimeri è facilitata rispetto all’incontro del primer col bersaglio perché la concentrazione dei primer è molto più elevata di quella del DNA bersaglio. L’efficienza di amplificazione dipende:

da come è strutturato il primer (dalla sua sequenza) e quindi è un fattore intrinseco e ineliminabile;

da quante molecole di DNA bersaglio ci sono (meno molecole di DNA ci sono più l’efficienza cade perché la possibilità di incontro diminuisce) e quindi dalla quantità del DNA bersaglio e dalla qualità (se il DNA è stato estratto da un reperto tossicologico, cioè da reperti degradati). Questi sono fattori estrinseci.

In teoria avremmo un’efficienza al 100%, ma in pratica non la abbiamo mai.

Per poter quantizzare il numero di molecole alla fine della PCR partendo da un numero iniziale di molecole devo conoscere: il numero iniziale di molecole e l’efficienza di amplificazione. Cosa importante è che il calcolo lo devo fare nel range di amplificazione lineare o fase esponenziale (non devo eccedere cioè nel numero di cicli) e non nella fase plateau, prendendo quindi in considerazione le molecole che ho nella fase esponenziale in rapporto alle molecole iniziali.

In teoria: N = N 0•2 n.

In pratica: N = N0• (1+ E )n dove 0. Esami di medicina e chirurgia.

ISCRIZIONI AGLI STUDENTI DEL 2° E 3° ANNO DI CORSO.

INSERIMENTO EDIZIONI (APPELLI) 5 E 26 MAGGIO 2018.

Per le modalità d'iscrizione allo stage, gli obiettivi formativi e il relativo calendario, consultare il programma dettagliato collegandosi al seguente link:

Si ricorda agli studenti che l'iscrizione ad una attività elettiva e la non partecipazione senza darne tempestiva comunicazione al responsabile della stessa, comporta la sospensione da tutte le attività elettive per un semestre come previsto dall'art.6 del Regolamento delle attività formative a scelta dello studente.

cardizem pillole per dimagrire
alphagan a buon mercator puzzle

prinivil pillole clipart car

Si informa che sul sito web del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca è stato pubblicato, con avviso del 5 febbraio 2018, il calendario delle prove di ammissione ai Corsi di Laurea e di Laurea Magistrale ad accesso programmato a livello nazionale per l'a.a. 2018/2019.

MARTEDI' 4 SETTEMBRE 2018 è prevista la prova per i Corsi di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi Dentaria erogati in lingua italiana.

modalit� d'esame moduli di biochimica metabolica - canale B.

a partire da febbraio 2018 l'esame di biochimica metabolica - canale B - CdL in Medicina e Chirurgia si effettuerà secondo le seguenti modalità:

- Modulo Biochimica Metabolica I: 8 domande a scelta multipla (1 punto/domanda corretta; 0 punti per domanda non data o errata) + 1 domanda aperta (2 punti massimo)

- Modulo Biochimica Metabolica II: 8 domande a scelta multipla (1 punto/domanda corretta; 0 punti per domanda non data o errata) + 1 domanda aperta (2 punti massimo)

Modulo Biochimica Metabolica III: 8 domande a scelta multipla (1 punto/domanda corretta; 0 punti per domanda non data o errata) + 1 domanda aperta (2 punti massimo).

Il tempo massimo della prova è di 3 ore.

Il voto finale deriverà dalla media - ponderata in base ai CFU - dei tre moduli:

- voto di Biochimica Metabolica I: 20% del voto totale;

- voto di Biochimica Metabolica II: 40% del voto totale;

- voto di Biochimica Metabolica III: 40% del voto totale.

La votazione di 30/30 con lode sarà assegnata a coloro che hanno ottenuto punteggio pieno in tutti e tre i moduli.

Per il superamento dell'esame è necessaria la sufficienza in tutti e tre i moduli; in caso di insufficienza in un modulo, l'esito globale sarà considerato insufficiente e lo studente dovrà sostenere nuovamente tutti e tre i moduli.

VARIAZIONE ORARIO RICEVIMENTO STUDENTI.

SI COMUNICA CHE A DECORRERE DAL 21 AGOSTO 2017 IL RICEVIMENTO STUDENTI PER I TIROCINI CURRICULARI DEL CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA POLO DI TORINO AVRA’ IL SEGUENTE ORARIO:

posso avere cardura

dosaggio prinivil medication

comprare lopressor a buon mercato live fc

comprare prinivil a buon mercato mall vox

midamor spedizione in contrassegno invalidi

posso comprare prinivil 10 mg

quanto coreg side effects

prinivil senza prescrizione cartelle

di CMR · Published 18 marzo 2018 · Last modified 19 marzo 2018.

Allergologia.

Allergie da inalanti, allergie da contatto, allergie alimentari Il Servizio di Allergologia offre un’ampia gamma di prestazioni specialistiche: dalla visita allergologica ai test in vivo e in vitro. I test in vivo comprendono le.

di CMR · Published 18 marzo 2018 · Last modified 19 marzo 2018.

Esami di laboratorio – informazioni.

PRELIEVO DEL SANGUE Primo del prelievo di sangue è opportuno osservare un digiuno di 8-10 ore, per i trigliceridi il digiuno dovrebbe essere più prolungato (12-14 ore). Per i neonati o bambini molto piccoli.

di CMR · Published 18 marzo 2018 · Last modified 19 marzo 2018.

Capillari delle gambe.

Come si formano i “capillari” e le varici? I fattori di rischio sono: ereditarietà (il disturbo ha carattere familiare) età (i tessuti perdono elasticità) sesso (le donne sono maggiormente colpite) gravidanza (peggiora le condizioni.

di CMR · Published 18 marzo 2018 · Last modified 19 marzo 2018.

Terapia antalgica.

micardis spedizione in contrassegno invalidi
isoptin a buon mercato mall location

posso comprare prinivil 10 mg

Test nei concorsi pubblici.

Partecipare ad un concorso pubblico comporta, si voglia o meno, superare dei test. I candidati dovranno quindi confrontarsi con le proprie conoscenze, attingere alla memoria e cercare di essere veloci nel rispondere. Ad ogni modo i test, come i concorsi del resto, si possono superare.

In questa sezione di ConcorsiPubblici.com troverai una vasta serie di test gratuiti che ti aiuteranno a superare le selezioni. Sono divisi per profilo professionale, cultura generale e profilo psicoattitudinale.

Scegli il test che ti interessa, avvia la procedura e verifica. Grazie ad un timer potrai conteggiare il tempo impiegato per rispondere ad ogni singola domanda. Valuta da solo la tua efficienza e non mollare ai primi fallimenti. Con la pratica imparerai a individuare subito le risposte. Corsi di inglese.

Per molti corsi di laurea, l’accertamento della conoscenza della lingua inglese è gestito dallo SLAM.

Tutti gli studenti immatricolati nell’a.a. 2018-2019 in possesso di una certificazione linguistica tra quelle riconosciute dall’Ateneo, conseguita da non più di tre anni (due anni per il TOEFL), attestante le 4 competenze di Listening, Reading, Writing e Speaking e di livello pari o superiore a quello previsto per il proprio corso di laurea, potranno procedere al suo inserimento durante la fase di immatricolazione.

Coloro che non sono riusciti a caricare una certificazione linguistica in fase di immatricolazione possono inviarla a www.unimi.infostudente.it, selezionando la categoria “Servizio Linguistico di Ateneo (SLAM)”

Tutti coloro che siano privi di una certificazione linguistica o la cui certificazione linguistica non sia ritenuta idonea, dovranno sostenere obbligatoriamente un test di posizionamento ( Placement test ), gestito dal Servizio Linguistico dell’Ateneo di Milano (SLAM), tra Ottobre e Dicembre 2018.

Chi non sostenesse il test di Posizionamento dovrà necessariamente conseguire una certificazione di lingua inglese tra quelle riconosciute dall’Ateneo e procedere al suo invio a www.unimi.infostudente.it, selezionando la categoria 'Servizio Linguistico di Ateneo (SLAM).

Certificazioni linguistiche riconosciute dall'Ateneo.

Certificazioni linguistiche riconosciute dall'Ateneo.

Certificazioni linguistiche riconosciute dall'Ateneo.

Certificazioni linguistiche riconosciute dall'Ateneo (versione in pdf) 447.60kb.

Placement test.

dose zestril side effect
dove compro il hytrin 50

acquisto prinivil lisinopril action

Passiamo ora ad una delle questioni più importanti: il bando del test di medicina 2017. Dovete sapere che il bando del Miur è il documento fondamentale che contiene tutte le informazioni riguardo alla procedura di ammissione di quest’anno: le modalità e le scadenze per iscriversi, quanti sono i posti disponibili a livello nazionale, come si svolgerà il test e quando uscirà la graduatoria. Questo bando dev’essere pubblicato entro 60 giorni dalla data del test di medicina 2017, quindi potrebbe uscire verso fine giugno e i primi giorni di luglio. Oltre al bando del test di medicina 2017 del Miur, però, dovrete leggere attentamente anche il bando pubblicato dall’università in cui vorreste entrare (cioè la vostra “prima scelta”), perché al suo interno ci saranno ulteriori informazioni sulle modalità di pagamento del contributo per partecipare al test e sulla sede in cui si farete la prova. Anche in questo caso vi aggiorneremo non appena i bandi del test di ammissione saranno disponibili.

Test Medicina 2017-2018: i posti messi a disposizione da ogni ateneo.

Test Odontoiatria e Veterinaria 2017-2018: posti disponibili in ogni ateneo.

Domande test medicina 2017.

Da quante domande è composto il test di medicina 2017? Anche questo verrà confermato dal bando del Miur ma, se non ci saranno cambiamenti rispetto agli anni scorsi, la prova sarà composta da 60 domande a risposta multipla a cui dovrete rispondere in 100 minuti di tempo. I quesiti riguarderanno argomenti di biologia, chimica, fisica e matematica, cultura generale e logica. Se volete sapere che cosa studiare per prepararvi, trovate maggiori info nel paragrafo successivo.

Argomenti test medicina 2017.

Gli anni scorsi il Miur ha comunicato un elenco degli argomenti da studiare per il test, lista che è rimasta invariata anche l’anno scorso. L’elenco è suddiviso nelle sezioni di matematica e fisica, chimica, biologia, cultura generale e logica, ed è utilissima per iniziare a creare una tabella di marcia per la preparazione al test di ammissione di medicina 2017, prima di vedere gli argomenti ufficiali per la prova di quest’anno. Potete leggere la lista completa con cosa studiare sfogliando la nostra gallery: Argomenti del test di medicina e odontoiatria.

Test Medicina 2017: aule, sedi e orari della prova d'ingresso.

Simulazioni.

Dopo avervi parlato dello studio teorico, passiamo alla preparazione pratica per il test di medicina 2017. Abbiamo creato per voi delle simulazioni online gratuite basate sulle domande dei test degli anni precedenti. Se volete mettere alla prova la vostra preparazione affrontate le nostre simulazioni del test. Buona fortuna!

lotensin genericon pharma
dove posso comprare cardizem dosage chart

costo di prinivil manufacturer's certificate

laurea di 2° livello o magistrale (LM) CLASSE LM09 Lauree Magistrali in Biotecnologie Mediche, Veterinarie e Farmaceutiche - Corso di laurea magistrale in biotecnologie farmaceutiche - Corso di laurea magistrale in comunicazione scientifica biomedica CLASSE LM13 Lauree Magistrali in Farmacia e Farmacia Industriale - Corso di laurea magistrale in chimica e tecnologia farmaceutiche (ciclo unico) - Corso di laurea magistrale in farmacia (ciclo unico) CLASSE LM09 Lauree Magistrali in Biotecnologie Mediche, Veterinarie e Farmaceutiche - Corso di laurea magistrale in biotecnologie mediche CLASSE LM41 Lauree Magistrali in Medicina e Chirurgia - Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ciclo unico) CLASSE LM46 Lauree Magistrali in Odontoiatria e Protesi Dentaria - Corso di laurea magistrale in odontoiatria e protesi dentaria (ciclo unico) CLASSE SNT/LM01 Lauree Magistrali nelle Scienze Infermieristiche e Ostetriche - Corso di laurea magistrale in scienze infermieristiche ed ostetriche CLASSE LM/SNT02 Lauree Magistrali nelle Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione - Corso di laurea magistrale in scienze riabilitative delle professioni sanitarie CLASSE LM/SNT03 Lauree Magistrali nelle Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche - Corso di laurea magistrale in scienze delle professioni sanitarie tecniche assistenziali - Corso di laurea magistrale in scienze delle professioni sanitarie tecniche diagnostiche CLASSE LM/SNT04 Lauree Magistrali nelle Scienze delle Professioni Sanitarie della Prevenzione - Corso di laurea magistrale in scienze delle professioni sanitarie della prevenzione.

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Segreteria Amministrativa Piazzale Aldo Moro, 5 - 00185 Roma Tel. (+39) 0649910444 - Fax (+39) 0649910420.

laurea di 1° livello (L) CLASSE L14 Lauree in Scienze dei Servizi Giuridici - Corso di laurea in diritto e amministrazione pubblica.

laurea di 2° livello o magistrale (LM) CLASSE LMG01 Lauree Magistrali in Giurisprudenza - Corso di laurea magistrale in giurisprudenza (a ciclo unico)

FACOLTÀ DI INGEGNERIA CIVILE E INDUSTRIALE Segreteria Amministrativa Via Eudossiana, 18 - 00184 Roma Tel. (+39) 0644585702 - Fax (+39) 064817245.

laurea di 1° livello (L) CLASSE L07 Lauree in Ingegneria Civile e Ambientale - Corso di laurea in ingegneria civile - Corso di laurea in ingegneria per l'ambiente e il territorio CLASSE L07 Lauree in Ingegneria Civile e Ambientale - CLASSE L09 Lauree in Ingegneria Industriale - Corso di laurea in ingegneria della sicurezza - Corso di laurea in ingegneria civile e industriale CLASSE L09 Lauree in Ingegneria Industriale - Corso di laurea in ingegneria chimica - Corso di laurea in ingegneria clinica - Corso di laurea in ingegneria elettrotecnica - Corso di laurea in ingegneria energetica - Corso di laurea in ingegneria meccanica (LATINA, ROMA) - Corso di laurea in ingegneria aerospaziale CLASSE L23 Lauree in Scienze e Tecniche dell'Edilizia - Corso di laurea in ingegneria per l'edilizia e il territorio (RIETI)

laurea di 2° livello o magistrale (LM) CLASSE LM04 Lauree Magistrali in Architettura e Ingegneria Edile-Architettura - Corso di laurea magistrale in ingegneria edile-architettura (a ciclo unico) CLASSE LM20 Lauree Magistrali in Ingegneria Aerospaziale e Astronautica - Corso di laurea magistrale in ingegneria aeronautica - Corso di laurea magistrale in ingegneria spaziale e astronautica CLASSE LM21 Lauree Magistrali in Ingegneria Biomedica - Corso di laurea in ingegneria biomedica CLASSE LM22 Lauree Magistrali in Ingegneria Chimica - Corso di laurea in ingegneria chimica CLASSE LM23 Lauree Magistrali in Ingegneria Civile - Corso di laurea in ingegneria civile - Corso di laurea in ingegneria dei sistemi di trasporto CLASSE LM24 Lauree Magistrali in Ingegneria dei Sistemi Edilizi - Corso di laurea in ingegneria delle costruzioni edili e dei sistemi ambientali (RIETI) CLASSE LM26 Lauree Magistrali in Ingegneria della Sicurezza - Corso di laurea magistrale in ingegneria della sicurezza e protezione civile CLASSE LM28 Lauree Magistrali in Ingegneria Elettrica - Corso di laurea magistrale in ingegneria elettrotecnica CLASSE LM30 Lauree Magistrali in Ingegneria Energetica e Nucleare - Corso di laurea magistrale in ingegneria energetica CLASSE LM33 Lauree Magistrali in Ingegneria Meccanica - Corso di laurea magistrale in ingegneria meccanica CLASSE LM35 Lauree Magistrali in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio - Corso di laurea magistrale in ingegneria dell'ambiente per lo sviluppo sostenibile (LATINA) - Corso di laurea magistrale in ingegneria per l'ambiente e il territorio CLASSE LM53 Lauree Magistrali in Scienza e Ingegneria dei Materiali - Corso di laurea magistrale in ingegneria delle nanotecnologie.

FACOLTÀ DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE, INFORMATICA E STATISTICA Segreteria Amministrativa Via Ariosto, 25 - 00185 Roma Tel. (+39) 0649912228 - Fax (+39) 0649912950.

laurea di 2° livello o magistrale (LM) CLASSE LM18 Lauree Magistrali in Informatica - Corso di laurea magistrale in informatica CLASSE LM27 Lauree Magistrali in Ingegneria delle Telecomunicazioni - Corso di laurea magistrale in ingegneria delle comunicazioni CLASSE LM29 Lauree Magistrali in Ingegneria Elettronica - Corso di laurea magistrale in ingegneria elettronica CLASSE LM31 Lauree Magistrali in Ingegneria Gestionale - Corso di laurea magistrale in ingegneria gestionale CLASSE LM32 Lauree Magistrali in Ingegneria Informatica - Corso di laurea magistrale in ingegneria informatica - Corso di laurea magistrale in intelligenza artificiale e robotica CLASSE LM82 Lauree Magistrali in Scienze Statistiche - Corso di laurea magistrale in scienze statistiche e decisionali - Corso di laurea magistrale in scienze statistiche, demografiche ed economiche CLASSE LM83 Lauree Magistrali in Scienze Statistiche Attuariali e Finanziarie - Corso di laurea magistrale in scienze attuariali e finanziarie.

FACOLTÀ DI FILOSOFIA, LETTERE, SCIENZE UMANISTICHE E STUDI ORIENTALI Segreteria Amministrativa Piazzale Aldo Moro, 5 - 00185 Roma Tel. (+39) 0649913112 - Fax (+39) 0649910382.

senza prescrizione cardura 2 mg